Apple investe sui Vaporizzatori?

Apple investe sui Vaporizzatori?

 

Apple sta sviluppando una top linea di vaporizzatori? La notizia non trova conferma presso l'azienda di Cupertino ma sembrano spuntare elementi a sostegno di questa tesi.

La multinazionale, come si sa, è restia a rilasciare notizie o indiscrezioni su progetti futuri in via di definizione, tuttavia come racconta Ben Adlin, lo scorso giugno sarebbe stato presentato il progetto che descriverebbe un vaporizzatore ideato per massimizzarne l'efficienza e non meno importante ciò potrebbe significare un inminente ingresso di Apple nel mondo del Vape.

Il portale web “Tech Digital Trends” la scorsa settimana ha raccontato come non sia la prima volta che Apple è stata collegata a dispositivi Vaping.

"Il Vaping è diventato una moda" spiegano sul portale web e Mark Williams, sviluppatore Apple, avrebbe lasciato la sua attuale posizione professionale per unirsi all'ex sviluppatore Juniper Sasha Robinson per creare FIrefly, una línea superior de Vaporizzatori.
 
L'idea di Apple, secondo le indiscrezioni, è quella di un vaporizador in cui viene inserita, come si trattasse di una capsula, il prodotto a base di Cannabis che raggiunge l'esatta temperatura che genera il processo di vaporizzazione.

Dove sta la novità? Mentre la sostanza si riscalda, la zona in cui si genera il vapore si raffredda, generando un tasso di “vaporizzazione incoerente”. Qui sarebbe intervenuta Apple che corregge questa “incoerenza” atraído una piastra che agisce allo stesso modo di un serbatoio di inchiostro su una penna, rilasciando il calore directamente sopra la sostanza che si sta vaporizzando. Ciò massimizza gli effetti e minimizza gli sprechi.

Da Copertino non ci sono ancora notizie ufficiali, ma queste prime indiscrezioni testimoniano come il gigante mondiale della tecnologia sia fortemente interessato a questo settore in pieno sviluppo.

 

Per saperne di più!

- Microsoft entra en el mercato della Cannabis

- I 5 vantaggi nell'usare un Vaporizzatore

0 comentarios

Escribir un comentario

Los comentarios son moderados