Cannabis Terapeutica, Asl boicotta Legge per erogazione gratuita

Cannabis Terapeutica, Asl boicotta Legge per erogazione gratuita

 

En Italia la strada da percorrere sul tema della Cannabis Terapeutica è ancora lunga, ciò lo si evince dal fatto che assistiamo ad un Paese che viaggia a velocità differenti, con Regioni come il Piemonte che si pongono all'avanguardia fino a casi come quello che stiamo per raccontare, che riguarda l'Abruzzo, dove la Legge esistente in termini di Cannabis Terapeutica non viene affatto Applicata.

L'episodio si è registrato nella giornata di ieri ed è stato denunciato da Maurizio Acerbo, ex consigliere regionale ed uno dei fautori della Legge aprovata nel 2014 sul modello di altre realtà italiane.

“Trovo vergognoso - scrive Acerbo - che nella nostra Regione che si era dotata della legge più avanzata in materia il servizio sanitario continui a negare l'erogazione gratuita di farmaci e preparati a base di cannabinoidi.

La segnalazione arriva da una madre che si è rivolta alla terapia del dolore della ASL di Chieti per chiedere la somministrazione al figlio che soffre di cefalea a grappolo.

Si è sentita rispondere dal medico che "è tutto fermo", che "si aspetta una legge a livello nazionale", en Abruzzo è in vigore una legge e compito di chi dirige ASL e di chi governa en Regione dovrebbe essere application.

“Invece si continua a boicottarla - afferma Acerbo - anche attractverso un decreto commissariale di D'Alfonso e Paolucci che è in contrasto palese con la legge e quindi illegittimo.

E 'paradossale che in altre regioni che hanno ripreso la legge che avevo fatto Approvare in Abruzzo ormai siano migliaia i pazienti che ricevono dal servizio sanitario cannabis terapéutico mentre in Abruzzo non si fa funzionare come dovrebbe ”.

Il Paradosso di questa vicenda è che una Legge presa a modello da altre Regioni in questo caso resta inapplicata da semper a cui si aggiungono anche le scarse conoscenze degli operatori del settore sulla materia.

0 comentarios

Escribir un comentario

Los comentarios son moderados