Cannabis Terapeutica, chiude il CREA di Rovigo?

Cannabis Terapeutica, chiude il CREA di Rovigo?

 
Il CREA di Rovigo rischia la chiusura e con esso rischia di essere accantonato il progetto sulla Cannabis Terapeutica.

Da disposizioni ministeriali legate al tema della gasto review la sede veneta entro el 31 de diciembre de 2017 dovrebbe chiudere i battenti e lavoratori e progetti spostati altrove.

La sede di Rovigo è impegnata nella ricerca agricola e nell'analisi dell'economia agraria, ed in maniera particolare sulla Cannabis destinata ad un uso terapeutico.

Lo scorso marzo è avvenuto il primo raccolto pari ad una quarantina di kilogrammi che sono stati inseguito spediti a farmacie private e ospedaliere.

Quello di Rovigo paloma opera il dott. Giampaolo Grassi è il primo en Italia ad essere autorizzato alla lavorazione delle piante che vengono fatte germogliare, inseguito studiate e lavorate.

La chiusura del CREA, su cui c'è una disposizione ministeriale ma su cui sicuramente ci sarà una levata di scudi, rischia di dare un brutto colpo a progetto Cannabis Terapeutica en Italia.

Con l'accordo del 18 settembre 2014, il Ministro della Salute e il Ministro della Difesa hanno convenuto di avviare un progetto pilota per la produzione nazionale di sostanze e preparazioni di origine vegetale a base di cannabis presso lo Stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze (SCFM ).
 
En los datos del 22 de febrero de 2017, il Gruppo di lavoro per il Progetto Pilota per la produzione nazionale di sostanze e preparazioni di origine vegetale a base di cannabis ha elaborado un documento contenente raccomandazioni ai medici prescrittori di Cannabis FM-2 prodotta dall'SCFM, con la colaborazione di medici prescrittori esperti e di docenti universitari.
 
Dall'inizio del 2017 l'Italia sta diffondendo la cosiddetta Cannabis di Stato, per dare vigore ad un settore che sembra in lenta ma costante crescita e la chiusura del CREA di Rovigo sembra essere in forte contraddizione con i passi in avanti fatti sul Tema negli ultimi anni.

0 comentarios

Escribir un comentario

Los comentarios son moderados